I cumuli dipattume hanno creato una `montagna artificiale` proprio davanti al cimitero

Via del Riposo, i rifiuti invadono la carreggiata

23 febbraio 2013 - stedibi
Fonte: Cronache di Napoli

NAPOLI - E` una delle zone dove il decoro urbano è ai minimi livelli ma quello che sta accadendo in questi giorni rasenta l`emergenza ambientale. Oltre al rischio igienicosanitario, in via del Riposo c`è anche il rischio incidenti per coloro che percorrono questa strada. All`altezza dell`incrocio con via Bleriot, in corrispondenza dell`accampamento abusivo che ospita centinaia di famiglie rom, si transita su una sola corsia, causa invasione dei cumuli di rifiuti che impediscono l`uso di un`intera corsia della carreggiata. Il problema è sempre lo stesso, i rom che raccattano di tutto dai rifiuti e poi quello che avanza lo buttano sul cumulo che, da mesi è presente sulla strada. Cumulo ben visibile a tutti. Tutti sanno tutto ma nessuno si assume la responsabilità di una iniziativa concreta per risolvere questo atavico problema. Tra coloro che hanno più volte segnalato tale `scempio` c`è il consigliere della VII municipalità Giuseppe Grazioso che ha dichiarato: "Più volte abbiamo segnalato tale problematica alle autorità competenti ma nulla. Chiediamo che la strada venga al più presto ripulita anche perche non è possibile effettuare slalom per evitare questa montagna artificiale di pattume posta proprio davanti il cimitero. Certamente non un bello spettacolo per coloro che devono recarsi al cimitero per poter andare a trovare i loro cari. Così non si può più andare avanti. L`area andrebbe bonificata e derattizzata". Si perché, neanche a dirlo, tutti quei detriti in strada attirano topi rendendo la situazione ancora più critica. Certo è che la zona non è nuova a episodi di questo genere: come non dimenticare quello che avvenne la scorsa estate quando in zona divampò un rogo di enormi proporzioni proprio a causa dei rifiuti. Il rogo, alimentato dal forte vento, lambì le baracche occupate dai nomadi, che nel frattempo si erano radunati in strada, e soltanto per un soffio si evitò la tragedia. L`intervento dei vigili del fuoco, infatti, evitò che le fiamme si propagassero all`accampamento. Ancora una volta una nube di fumo nero acre si diffuse in una vasta zona costringendo i cittadini a tapparsi in casa.

Powered by PhPeace 2.6.4