Roghi di sacchetti in provincia, vigili del fuoco in azione

Rifiuti, ancora cumuli in strada l`Asia: 48 ore per ripulire la città

6 gennaio 2013
Fonte: Il Mattino

Trecento tonnellate da recuperare in 48 ore. Oltre la produzione quotidiana, che per Napoli e provincia è di tremila tonnellate di rifiuti al giorno, le code agli Stir che continuano dal primo dell`anno hanno di fatto riportato i rifiuti in diverse zone della città, m particolare la zona est e quella ovest. Segnali che ripropongono scene che da tempo non si vedevano m città con proteste e anche roghi. Come quelli della scorsa notte: i vigili del fuoco sono intervenuti in provincia per spegnere alcuni incendi di rifiuti appiccati a cumuli non rimossi. A Napoli, soprattutto nel centro della città, la situazione appare in miglioramento dopo che erano stata segnalata la presenza di spazzatura non raccolta. In pratica nei giorni delle feste natalizie la possibilità di sversare negli Stir si è rallentata per gli orari «festivi» degli impianti. Si sono for mate lunghe code e gli sversamenti sono andati a rilento. Già venerdì notte sono state recuperate 150 tonnellate di «arretrato» e la scorsa notte altre 150. Secondo Asia, la situazione dovrebbe tornare alla normalità già nelle prossime ore. A febbraio, poi, altri problemi potrebbero essere causati dall`annunciata chiusura del termovalorizzatore di Acerra, che sarà spento per 15 giorni per manutenzione. Il vicesindaco Sodano ha già spiegato che in quel periodo aumenteranno i viaggi in nave dei rifiuti da tutta la provincia. Intanto ieri, nell`ultimo giorno della visita privata del Capo dello Stato a Napoli, un gruppo di lavoratori del consorzio di bacino Napoli-Caserta addetti alla raccolta dei rifiuti ha aperto uno striscione all`incrocio tra via Posillipo e via Ferdinando Russo, la strada che conduce al la residenza di Villa Rosebery, dove soggiorna il presidente Napolitano, con la scritta «I disperados». È intervenuta la polizia, che ha fatto rimuovere lo striscione. I lavoratori, che hanno percepito solo sei mensilità dello stipendio nel corso del 2012, intendono segnalare al capo dello Stato il loro disagio e l`incertezza sul futuro occupazionale. Altri colleghi dei manifestanti hanno effettuato un presidio in via De Gasperi, davanti all`assessorato regionale all`Ambiente.

Powered by PhPeace 2.6.4