Rifiuti, Commissione Ue: Ok al piano campano

19 dicembre 2012
Fonte: Denaro

Il Piano di gestione dei rifiuti urbani adottato dalla Regione Campania lo scorso 16 gennaio "soddisfa le principali prescrizioni della direttiva" europea del settore: ad affermarlo è la stessa Commissione Europea. Il riconoscimento - si è appreso ¡eri a Napoli - è contenuto in una lettera di alcuni giorni fa nella quale la Direzione Generale della Politica regionale e urbana della Commissione Europea fornisce alcuni chiarimenti sulle spese relative al Programma operativo regionale Fesr Campania 20072013. I progressi verso la piena operatività del Piano di gestione dei rifiuti urbani, da parte degli enti locali, sono considerati necessari per evitare che l`Unione europea avvii la procedura d`infrazione nei riguardi dell`Italia. Intanto sul nodo rifiuti si consuma l`ennesimo botta e risposta tra il ministro dell`Ambiente Corrado Clini e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Clini torna a bacchettare il primo cittadino perche "è ora che anche lui prenda le decisioni necessarie per evitare che i cittadini italiani debbano pagare una sanzione onerosa" alla Ue "a causa della cattiva gestione dei rifiuti a Napoli". Nella nota del ministero si punta il dito contro "l`opposizione del Comune di Napoli" in merito alla localizzazione degli impianti, per la quale "non sono state adottate tutte le decisioni".
Arriva a stretto giro di posta la replica di de Magistrìs: "Non vorrei che Clini sia entrato in campagna elettorale - commenta il sindaco di Napoli -. Se al ministro da fastidio il fatto che abbiamo detto "no" all`inceneritore se ne deve fare una ragione - incalza de Magistris - perché noi stiamo andando avanti con l`impiantistica alternativa. Entro la fine della mia sindacatura faremo sicuramente due impianti di compostaggio e, con le risorse che avevamo a disposizione, è quasi un miracolo che siamo arrivati al 30 per cento di differenziata e che, a febbraio, soomila cittadini napoletani saranno interessati dal porta a porta".
Dato che, sottolinea il sindaco, farà di Napoli "la città col maggior numero di abitanti coinvolti dal porta a porta, superando anche Torino. Non mi sembra quindi che stiamo andando tanto male. Sui rifiuti - conclude de Magistris - non si fa campagna elettorale ma bisogna lavorare come si è fatto finora, uniti con Regione. Provincia e, mi auguro, con questo Governo ormai scaduto".

Powered by PhPeace 2.6.4