Terreni incolti, ordinanza del sindaco contro i roghi

27 agosto 2012 - pi
Fonte: Giornale di Napoli

QUALIANO - Nell`ambito degli accertamenti e dei sopralluoghi tecnici sul territorio municipali atti a monitorare la presenza di rifiuti pericolosi abbandonati illegalmente, sono stati individuati alcuni lotti in via Sambuco (nella porzione di pertinenza del comune qualianese) sprovvisti di recinzione ove prolifera vegetazione incolta ed incontrollata ed in cui risultano presenti rifiuti di diversa tipologia. Dalle indagini catastali ne è risultato che la proprietà di tali terreni è dell`Azienda Sanitaria Locale Asl 2. Pertanto il sindaco ha emanato l`ordinanza numero 37 con cui, ai sensi dell`articolo 192 del Decreto legislativo 152/06 (secondo il quale il proprietario di un terreno, anche quando non è responsabile dell`inquinamento del medesimo, compete l`onere di provvedere agli interventi di bonifica) che ordina la rimozione dei rifiuti depositati nei terreni individuati unitamente alla prescrizione a provvedere all`idonea recinzione dei suoli. "Il Comune - dichiara il sindaco Salvatore Onofaro (nella foto) - con l`assessorato all`Ambiente e l`ufficio di Pianificazione e Gestione del Territorio, è in costante allerta sul tema dell`inquinamento ambientale ed in maniera ancora più solerte con l`incombere della stagione estiva, ove si registrano incrementi di roghi di sterpaglie. Pertanto, onde scongiurare che laddove venga appiccato il fuoco, qualunque ne sia la causa scatenante, possano entrare nel processo di combustione anche rifiuti pericolosi abbandonati in quegli stessi siti con un danno ancora maggiore in termini di inquinamento atmosferico, procediamo con l`ordinare la recinzione dei lotti e la nettezza degli stessi". E proprio in tema di lotta e contrasto ai roghi di rifiuti, il Comune aderisce al Protocollo d`intesa del concertato e sottoscritto in sede di Prefettura di Napoli il 23 marzo sulle "attività di prevenzione e controllo e prevenzione dei rifiuti finalizzate alla risoluzione dei fenomeni di sversamento e combustione dei rifiuti lungo le strade extraurbane". "Si è creato questo fronte provinciale per intensificare i controlli sul territorio, monitorare le aree dove maggiormente insiste lo sversamento incontrollato ed illegale di rifiuti e quindi scongiurare roghi letteralmente velenosi per la salute umana e dell`ambiente" afferma l`assessore all`Ambiente Giuseppe Musella. Già negli anni scorsi il Comune di Qualiano si è posto all`avanguardia nella battaglia contro i roghi di rifiuti arrivando all`approvazione intercomunale, sotto l`egida della Prefettura di Napoli, dell`ordinanza atta a contrastare l`abbandono di pneumatici, sovente adoperati come letto di combustione per il alimentare i roghi o come perniciosa ed illegale forma di smaltimento dei medesimi. 

Powered by PhPeace 2.6.4