A Posillipo tornano i "cassonetti" in strada

22 agosto 2012 - Ciro De Luca
Fonte: Giornale di Napoli

Per chi all`inizio del 2012 pensava che finalmente sarebbero spariti dalla Napoli bene i maleodoranti cassonetti per i rifiuti grazie all`arrivo della raccolta differenziata anche nel quartiere collinare, la delusione è stata tanta. Sono bastati pochi mesi e i bidoncini multicolorati, nipoti dei ferrosi contenitori, invadessero le strade. Non c`è condominio, villa o mega parco con ettari di spazio condominiale, che si trovi tra via Posillipo, vía Petrarca, via Manzoni, via Grazio e annesse traverse, che non faccia belle mostra dei propri contenitori noncuranti delle precise regole di esposizione, ovvero quelle che recitano che i bidoni vanno esposti dalle ore 20 secondo il seguente calendario i marroni ( rifiuti organici) il lunedì, mercoledì, venerdì. Quello blu ( indifferenziato) il giovedì e la domenica e il bianco ( carta) il martedì. Regole scritte nei libretti di istruzione della tanto attesa raccolta differenziata ma non rispettate.
Ma viene da chiedersi: gli unici a cui da fastidio questa invadenza della strada pubblica, sono soltanto i cittadini stufi della strafottenza altrui e che continuamente segnalano questa cosa anche attraverso le pagine del nostro giornale? Le fotografie a corredo dell`articolo valgono certo più di milòle segnalazioni. Il problema è che Asia, Municipalità e Comune fanno finta di nulla. «Ma è possibile che nessun amministratore, vigili urbano , guardia ambientale o chicchessia si accorga dello scempio? -chiedono i residenti -
È possibile che nessuno riesca a far rispettare non le regole, ma almeno le civili abitudini di una società? È cosi difficile fare un giro per via Catullo o via Scipione Capece e scoprire che in media il numero dei contenitori per strada sono il triplo degli edifici presenti in quella strada?». E in attesa dei controlli severi tanto sbandierati e mai verificatisi, « i residenti che rispettano le regole aspettano che vengano presi dei provvedimenti verso quueste eprsone. Non è difficile - hanno evidenziato sempre i residenti - sui "cassonetti" ci sono gli indirizzi, è facile risalire ai contravventori». Ovviamente abbiamo steso un velo pietoso sul contenuto di quei contenitori lasciati in strada. Basta aprirne uno per trovare bottiglie di plastica nell`organico oppure scarti alimentari nella carta, ma anche questo pare non interessare agli amministratori comunali o ai dirigenti dell`Asia. La differenziata in questi rioni è fallimetare proprio a causa di questo abbandono dei bidoncini della raccolta. «Eppure basterebbe davvero un giro della opiizia locale e di quella ambientale per mettere fine a questo sconcio».

Powered by PhPeace 2.6.4