Enerambiente, quattro lasciano ¡I carcere

5 luglio 2012
Fonte: Il Mattino

Il tribunale del Riesame ha concesso gli arresti domiciliari ad alcuni degli indagati nell`inchiesta su Enerambiente, la società véneta subappaltatrice di Asia che ha gestito la raccolta dei rifiuti tra il 2005 e il 2010 e che, secondo l`accusa, ha volutamente aggravato l`emergenza rifiuti per spillare quanto più denaro possibile al Comune e alla stessa Asia. Hanno lasciato il carcere l`ex amministratore delegato Giovanni Faggiano (per il quale il collegio presieduto da Teresa Areniello ha annullato uno dei capi di imputazione), i commercialisti Paolo Bellamio ed Enrico Prandin e l`avvocato Giancarlo Tonetto. Enerambiente dal 2005 al 2010 ha gestito una parte del servizio di igiene urbana nel capoluogo napoletano. L`inchiesta esplora la complessa rete di rapporti intercorsi tra la società in house del comune di Napoli e la Enerambiente Spa, che aveva in appalto la raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani e le società cooperative cui la Enerambiente ha affidato lo svolgimento di una parte del servizio.

Powered by PhPeace 2.6.4