Rifiuti, alta tensione al concerto

23 aprile 2012 - Michele Paoletti
Fonte: Giornale di Napoli

Irruzione dei comitati contro la discarica di Quarto al concerto dell`Heart Day di Napoli. Lo spettacolo al Palapartenope era l`evento nazionale più importante per la celebrazione della giornata della terra. Ma l`appuntamento è stato caratterizzato dalle proteste dei comitati antidiscarica di Quarto che hanno fatto rinviare l`inizio dello spettacolo almeno di un`ora. Momenti di tensione che hanno preoccupato per qualche attimo anche la conduttrice Serena Dandini. Il ministro dell`Ambiente Corrado Clini ha deciso di incontrare i manifestanti per ascoltare le loro ragioni. Solo dopo la manifestazione si è svolta regolarmente, anche se il presidio è rimasto all`esterno della tensostruttura di Fuorigrotta. n commissario dei Verdi della Campania, Francesco Emilio Borrelli, ha parlato di «flop clamoroso» dell`evento napoletano.
Primo a salire sul palco il sindaco Luigi de Magiastris che ha evidenziato come «Napoli sia stata scelta come città-simbolo in Italia per la tutela dell`ambiente. Per questo continuiamo a lavorare e continuiamo a batterci per un modello économico-sociale che, proprio a partire dalla nostra città, abbia nel rispetto dell`ambiente il suo principale riferimento». È stata la volta poi del ministro dell`Ambiente: «Trovo bellissima la scelta di Napoli per lo svolgimento del concerto dell`Earth Day 2012, perché rafforza il lavoro del governo per riportare Napoli alla normalità in materia di ciclo dei rifiuti e di acqua. Stiamo lavorando e collaborando con le autorità locali - ha aggiunto Clini - abbiamo ancora due mesi di tempo per evitare la sanzione dell`Ue e mi sento ottimista». Quanto al nodo della realizzazione del termovalorizzatore a Napoli Est, Clini ha detto che «Si tratta di una scelta che compete alle amministrazioni locali. Sono contro la logica dei commissari straordinari che hanno prodotto i risultati che sappiamo, ma qualunque soluzione si decida di adottare - ha aggiunto - va attuata subito». Con il sindaco di Napoli il ministro per l`ambiente si è dato appuntamento a luglio, per l`inaugurazione della pista ciclabile annunciata dall`amministrazione comunale. «Ci rivediamo a Bagnoli», ha detto il sindaco, riferendosi evidentemente al fatto che proprio Clini ha bloccato la possibilità di realizzare le regate della Coppa America nell`area della Colmata.
Dopo le battute, il ministro ha parlato anche di una sua proposta per i giovani: «Un fondo per l`occupazione giovanile nell`ambiente, costruito con i contributi volontari dei cittadini e delle imprese, che potranno scaricare dalle tasse i versamenti attraverso il meccanismo del credito di imposta». «In una fase così difficile della nostra economia - ha detto Clini - la ripresa del nostro paese sarà possibile solo se incardinata nella protezione e nella valorizzazione delle risorse naturali, del paesaggio e dei `giacimenti culturali, che sono la materia prima più pregiata dell`Italia». In questa prospettiva, sottolinea il ministro, «è essenziale il contributo dell`intelligenza, della competenza e della passione delle giovani generazioni: l`ambiente è una grande opportunità per partecipare alla ripresa ed alla trasformazione dell`Italia». Questa opportunità, conclude Clini, «deve essere resa possibile dal governo con una politica nuova di accesso al mondo del lavoro». Sull`evento napoletano è intervenuto anche ³1 presidente della Regione Campania Stefano Caldoro per il quale l`"Earth Day" è «una fondamentale giornata di riflessione e di stimolo». «Le Istituzioni, ad ogni livello, hanno il compito di mettere in campo le misure necessarie perché ci sia la massima tutela per l`ambiente - afferma Caldoro - è un settore stratetegico perché alla cultura del rispetto vanno aggiunte tutte le iniziative utli perché ci sia un ragionato sviluppo economico. E una sfida che costruisce futuro e la Campania intende percorrerla». Sul palco si sono poi alternati gli artisti da Anggun ad Enrico Ruggeri, da Roy Paci ai Sud Sound System.

Powered by PhPeace 2.6.4