Sodano: a Napoli obiettivi raggiunti ma bisogna ricollocare gli impianti

Il vicesindaco Ora tocca a Bruxelles sbloccare i fondi per la differenziata
22 aprile 2012 - d.d.c.
Fonte: Il Mattino

«Penso che potremo evitare la multa, obiettivamente sono stati fatti dei passi in avanti. Anzi, Napoli punta ad avere al più presto accesso ai fondi europei per accelerare il porta a porta e realizzare gli impianti»: il vicesindaco Tommaso Sodano è convinto che la Uè non potrà ignorare i progressi registrati sul fronte di rifiuti
Tutto bene, dunque? «Non dico questo, il punto debole resta la gestione della fase intermedia. Sul fronte della raccolta differenziata, invece, i miglioramenti sono evidenti: ieri abbiamo aperto un`isola ecologica, e abbiamo pronto il bando per realizzarne altre tre entro il 2012 e altre quattro nel 2013»
Basterà? «Ovviamente no. Infatti entro maggio partiremo con un bando per un nuovo sito di compostaggio che sarà fatto nell`area nord, accanto all`isola ecologica inaugurata a Scampia. Ne abbiamo in programma altri due, ma per indicare i siti siamo in attesa che si chiarisca il destino dell`area di Napoli est. Abbiamo anche aperto un sito di trasferenza da 5 mila tonnellate ed è già partita l`undicesima nave diretta nel Nord Europa».
Ma resta irrisolto il nodo delle discariche «Bisogna rivedere gli ambiti provinciali e ridistribuire sul territorio il sistema impiantistico. Dobbiamo sederci tutti intorno a un tavolo e stabilire se sia opportuno continuare a ipotizzare gli sversatoi nella nostra provincia. Ma obiettivamente se in discarica mando compost fuori specifica il problema è ridimensionato».

Powered by PhPeace 2.6.4