Se il buongiorno si vede dal Fortini…

17 giugno 2011 - Rete Salute e Ambiente

Venerdì  10 u.s. il Sindaco De Magistris ha invitato comitati ed associazioni  ad un incontro.

Come Rete Campana salute e Ambiente, una delle realtà che compongono il più ampio fronte dei “Cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti”, accogliemmo quell’invito come un segnale di apertura alle istanze dei cittadini che in questi anni si sono opposti al degrado della nostra città e della Campania, alla devastazione ambientale, alla privatizzazione dell’acqua, ad una politica sociale che colpisce gli strati più deboli della popolazione. Il neo Sindaco - accompagnato da quelli che sarebbero stati nominati, di lì a due giorni, all’Assessorato  ai Rifiuti, Tommaso Sodano, e all’Assessorato ai Beni Comuni, Alberto Lucarelli – motivò quell’incontro con la sua volontà ed impegno ad aprire una fase nuova per la città di Napoli: non solo l’ascolto dei cittadini ma una vera e propria “democrazia partecipativa”.

I comitati e le associazioni presenti esposero le ragioni e gli obiettivi del loro impegno, ponendo da subito richieste ben precise.

Anche noi  insieme a “Cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti” abbiamo esposto le nostre: 

l’avvio di un confronto pubblico sul piano rifiuti, un consiglio comunale monotematico con contradditorio su questo stesso tema, il varo di provvedimenti volti alla riduzione a monte dei rifiuti come descritti nel documento consegnato nelle mani  dell’Assessore Sodano. A questo abbiamo aggiunto la necessità che la nuova amministrazione desse un chiaro segnale di rottura con la precedente gestione dei rifiuti attraverso l’accettazione delle dimissioni dell’AD di ASIA, Fortini, che, in quanto sostenitore della necessità dell’inceneritore di Napoli Est e della gestione di detto impianto da parte di ASIA, non poteva continuare ad avere alcun ruolo in un’azienda che, secondo le promesse elettorali, doveva puntare a risolvere l’emergenza  attraverso la raccolta differenziata porta a porta.

La risposta del Sindaco De Magistris fu forte e chiara nel ribadire il cambio di rotta di ASIA.

E’ quindi con grande amarezza che apprendiamo che nel nuovo Consiglio di Amministrazione di ASIA, Fortini viene riconfermato Amministratore Delegato  dell’azienda .

Non ci sembra che questo possa rappresentare il biglietto da visita del promesso cambiamento né un buon viatico per quel  processo di “democrazia partecipativa” annunciato da De Magistris.

La giustificazione data dal Sindaco, e cioè la necessità di garantire la continuità organizzativa,  invece di rassicurarci ci allarma.

Non vorremmo che questo fosse il segnale che, come sempre, passata la campagna elettorale, stiano già rapidamente prevalendo gli equilibri e gli interessi dei partiti, delle lobbies che pure si diceva di voler combattere.

Se così fosse i nuovi amministratori di Palazzo S. Giacomo troveranno nei comitati la stessa ostilità e mobilitazione che si sono meritati i loro predecessori. Rappresenteremo al Sindaco ed all’Assessore Sodano questa nostra posizione  al prossimo annunciato incontro (se ci sarà), che – per quel che ci riguarda -   dovrà essere pubblico e rivolto a tutti i cittadini.

Intanto aspettiamo di vedere la prima delibera sui rifiuti sperando che non ci riservi altre sgradite sorprese.

 

Rete Campana Salute e Ambiente

Powered by PhPeace 2.5.6