Le Vongole di Porro

11 giugno 2011 - Pio Russo Krauss

Caro Direttore

segnalo l'articolo del vice direttore del Giornale Nicola Porro pubblicato il 26 maggio (presente anche sul blog), intitolato "Fincantieri e la demagogia". Porro scrive che: "A Napoli anche i muri sanno che il problema principale è quello dei rifiuti. Il centro destra propone la costruzione di un termovalorizzatore. De Magistris (il magistrato che rifiuta etichette) pensa alla green economy. A soli pochi chilometri di distanza, a Salerno, proprio grazie a un termovalorizzatore e a un ottimo sindaco di sinistra il problema è stato risolto. Cosa è più facile «narrare»? La capitale del Sud immersa nel verde di un ecologico contrasto ai rifiuti o la costruzione di un impianto che li bruci? State certi che la green economy acchiappa. Ma state anche certi che tra quattro anni, con soluzioni così, ci ritroveremo punto e a capo".

Ora a Salerno non c'è alcun termovalorizzatore; l'unico presente in Campania è quello di Acerra (lo sanno anche le pietre, ma Porro no, e non si cura di verificare se quello che afferma è vero). A Salerno invece c'è l'unico impianto di compostaggio funzionante della Campania. Quindi i fatti contraddicono l'argomentazione di Porro e suffragano l'impostazione di De Magistris, che appunto dice: "Niente inceneritore ma raccolta differenziata porta a porta e impianti di compostaggio".  Se Salerno ha risolto il problema rifiuti così, e anche Porro lo afferma, perché non può risolverlo Napoli?

Saluti

Pio Russo Krauss

Napoli

Powered by PhPeace 2.5.6