Albergo dei poveri, via ai lavori

Nella zona di via Tanucci un centro di accoglienza
2 febbraio 2014 - cm
Fonte: Giornale di Napoli

NAPOLI - Un centro di accoglienza e solidarietà per i bisognosi, un orto sociale e spazi per laboratori e attività per i giovani. Questo il progetto per l'Albergo dei poveri dove ieri, alla presenza del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, dell'assessore all'Urbanistica Carmine Piscopo e di rappresentanti di associazioni del territorio è stato effettuato un sopralluogo che coincide con l'inizio di alcuni lavori. Due le aree interessate dai lavori: la zona di via Tanucci 9 e il cortile interno. Nella prima prendono il via i lavori di consolidamento dei locali che saranno destinati ad attività di accoglienza. L'importo dell'intervento, che dovrebbe concludersi entro giugno, è di 130mila euro per una superficie di 2.500 metri quadri. Il cortile interno, che è stato liberato da un parcheggio abusivo, diventerà un orto sociale da affidare ad associazioni e cooperative. "Oggi - ha detto il sindaco de Magistris - prende corpo questa struttura e ciò significa far rivivere non solo uno dei luoghi più belli della città, ma anche il quartiere. Restituiamo l'Albergo dei poveri al suo spirito originario: luogo di solidarietà e di accoglienza, segno che Napoli si preoccupa dei più deboli". Ma se un'area dell'Albergo dei poveri deve ancora essere ristrutturata, un'altra è già pronta e disponibile. È stato infatti pubblicato all'albo pretorio l'avviso pubblico per la manifestazione d'interesse per la presentazione di proposte di rifunzionalizzazione e gestione dei locali dei due lotti che si trovano nel corpo centrale del complesso monumentale. "L'Albergo dei poveri - ha aggiunto il sindaco - è una ricchezza e un'opportunità per tutta la città e, pertanto, rivolgo un appello alla cittadinanza affinchè faccia vivere anche con un processo di democrazia partecipativa questo luogo che è uno dei più belli d'Europa ".

Powered by PhPeace 2.4.1.62 - questo sito utilizza esclusivamente cookies di tipo tecnico ovvero di sessione/profilazione non a scopi commerciali